Pandemia, COVID-19 e tutti i termini nuovi entrati nell’uso comune

La lingua è un mezzo di comunicazione dinamico. Segue l’evoluzione dell’uomo. Man mano che passa il tempo alcune parole della lingua diventano obsolete, altre entrano nell’uso comune in funzione degli eventi, delle situazioni e dei contesti. Dall’inizio dell’anno il mondo è flagellato da una pandemia senza precedenti. Vocaboli nuovi sono diventati di uso più che quotidiano. CNN ne ha elencati alcuni che ho tradotto in italiano. Sono:

1) Diffusione comunitaria ( Comunity spead)

La diffusione comunitaria è la diffusione di una malattia in una certa area, in cui non vi è una conoscenza diretta di come o quando qualcuno ha contratto la malattia. Anche se è possibile attribuire alcuni casi di coronavirus a determinati viaggi, associazioni di persone o altri eventi, i casi di “diffusione comunitaria” sono meno specifici e più difficili da rintracciare.

2) Cluster ( Cluster)

Cluster di malattie o di infezioni è un gruppo di eventi sanitari simili che si sono verificati nella stessa area e nello stesso periodo. Potresti aver sentito parlare di alcuni nuovi casi dell’attuale coronavirus descritto come “cluster epidemici”.

3) Coronavirus ( Coronavirus)

In realtà il coronavirus non è un tipo di virus; è una grande famiglia di virus che comprende anche la SARS ( acronimo inglese di sindrome respiratoria acuta grave) e altre malattie respiratorie da lievi a gravi. I coronavirus si possono diffondere tra gli animali e le persone, come abbiamo visto con questo ceppo attuale. Il termine “corona” deriva dal latino, che significa corona o anello di luce, e si riferisce alla forma del virus al microscopio.

4) COVID-19 è la malattia specifica collegata all’attuale epidemia. L’acronimo, fornito dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, sta per “coronavirus disease 2019”, e si riferisce all’anno in cui il virus è stato scoperto per la prima volta. Il nome del virus è SARS-CoV-2.

5) MERS, o Sindrome Respiratoria del Medio Oriente, è un altro tipo di coronavirus. Si può sentire parlare di questa malattia respiratoria virale insieme alla SARS (vedi sotto). In entrambi i casi, gli acronimi stessi si riferiscono alle malattie, mentre MERS-CoV o SARS-CoV si riferiscono specificamente ai virus fisici.

6) Nuovo ( Novel)

Significa semplicemente “nuovo”, un nuovo coronavirus è un ceppo che non è stato rilevato negli esseri umani prima d’ora. Il virus responsabile dell’attuale pandemia è spesso chiamato il nuovo coronavirus.

7) Respiratori N95 (N95 Respiratories)

Molte persone hanno iniziato a utilizzare le maschere facciali o respiratori per proteggersi dalla malattia. Le maschere facciali sono semplicemente una barriera fisica, mentre i respiratori tendono ad essere più aderenti e ad avere un elemento di filtraggio dell’aria. L’uso dei respiratori N95 è stato autorizzato per la popolazione in generale, anche se il personale sanitario ne ha più bisogno.

8) La SARS, o Sindrome Respiratoria Acuta Grave, è un altro tipo di coronavirus. Si può sentire parlare di questa malattia respiratoria virale insieme alla MERS (vedi sopra). In entrambi i casi, gli acronimi stessi si riferiscono alle malattie, mentre MERS-CoV o SARS-CoV si riferisce specificamente ai virus. La SARS è spesso utilizzata per contestualizzare l’attuale epidemia di coronavirus tramite l’epidemia di SARS del 2002 e del 2003, la quale aveva ucciso più di 770 persone, con la maggior parte dei decessi avvenuti in Cina e a Hong Kong.

9) Distanziamento sociale ( Social distancing)

Si tratta d’un modo per prevenire la diffusione di malattie contagiose, come suggerito dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. “Distanziamento sociale” non significa rimanere in casa. Significa mantenere una generosa distanza di circa un metro e mezzo tra te e l’altro. Questo ti impedirà di inalare la maggior parte delle goccioline espulse dalla tosse o dagli starnuti, che possono portare il virus.

Rispondi

it_ITItaliano
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: