Apostille

Traduzioni con l’Apostille

L’Apostille interessa alcuni documenti che vanno all’estero. Facciamo un esempio. Un cittadino rumeno ha un documento, rilasciato dalle autorità italiane, che deve essere prodotto in Romania. (Paese estero e lingua diversa). Normalmente dovrebbe recarsi presso le autorità diplomatiche rumene in Italia per farlo traduttore e per farlo dichiarare conforme all’originale. Solo a questo punto potrà essere riconosciuto in Romania.
Attualmente per i Paesi che hanno aderito alla Convenzione dell’Aia del 5 ottobre 1961 – relativa all’abolizione della legalizzazione di atti pubblici stranieri- gli adempimenti sono stati semplificati. La necessità di legalizzare gli atti e i documenti rilasciati da autorità straniere è sostituita da un’altra formalità: l’apposizione della “ Apostille ” Cosa significa? Significa che i Paesi che hanno firmato questa Convenzione hanno lasciato la possibilità ai Paesi che rilasciano i documenti di scegliere un funzionario che possa renderli validi all’estero e quindi rilasciare “ L’Apostille (timbro speciale attestante l’autenticità del documento e della firma dell’Autorità che lo ha rilasciato). Tale figura in Italia è il Procuratore della Repubblica. Tornando al nostro cittadino rumeno significa che non è più costretto di recarsi al consolato rumeno per legalizzare il suo documento, ma potrà andare utilizzare una  traduzione con l’Apostille e così il documento sarà accettato in Romania. Spesso il rilascio dell’ Apostille necessita di qualche giorno e, talvolta, è necessario chiamare per accertarsi che sia pronta.

Clicca sul link per sapere se il tuo paese ha firmato la convenzione:
http://www.hcch.net/

it_ITItaliano